I vantaggi della telemedicina durante una pandemia

Mentre la pandemia di Coronavirus progredisce in tutto il mondo, gli operatori sanitari stanno lottando per tenere il passo con le aspettative per i servizi di telemedicina . Alcuni vedono il passaggio all’assistenza sanitaria online come guadagni imprevisti e sperano che la tendenza continui anche dopo la fine della crisi.

Devin Mann, MD, professore associato nei dipartimenti di salute pubblica e medicina e direttore senior dell’innovazione informatica e della gestione delle informazioni del centro medico presso la NYU Langone Health:

La pandemia ha prodotto la necessità immediata di reindirizzare i pazienti dal trattamento ospedaliero ed evitare il sovraffollamento nei nostri centri di cura. Abbiamo spostato il campo di battaglia in aree esterne alle nostre cliniche e agli studi medici, utilizzando la telemedicina. E poiché la NYU Langone si è impegnata in queste tecnologie avanzate all’inizio, siamo stati veloci nell’usare la telemedicina per aiutare decine di milioni di persone.

Durante l’epidemia di COVID19, la telemedicina fornisce un contributo molto significativo all’assistenza sanitaria, che viene utilizzata in una serie di metodi.

Tuttavia, quando si tratta di affrontare le persone durante un’epidemia, i sistemi di telehealth sembrano avere alcuni inconvenienti .

Inoltre, sembra esserci il rischio che la telemedicina contribuisca al numero eccessivo di visite agli ospedali a meno che non possa essere utilizzata in modo efficace. Tuttavia, nel corso di una pandemia mondiale, le strutture sanitarie devono cercare di adattarsi ai servizi di telemedicina .

I vantaggi della telemedicina durante una pandemia

Durante questa grande catastrofe, la telemedicina si sta evolvendo come misura precauzionale completa e flessibile, meccanismo preventivo e soluzione terapeutica per frenare l’espansione di COVID-19.

Esamineremo i principali vantaggi della telemedicina durante una pandemia e proveremo a indovinare se si tratta di un evento temporaneo o la telemedicina è qui per rimanere per sempre.

Sicurezza dei medici e degli esperti sanitari

La telemedicina crea un divario tra individui, medici e sistemi sanitari, consentendo ai pazienti, in particolare ai pazienti sintomatici, di rimanere a casa e di interagire con i medici attraverso reti virtuali, contribuendo a ridurre al minimo la trasmissione dell’infezione a grandi popolazioni e personale medico.

Con la telemedicina, possiamo dividere i pazienti in categorie che richiedono un aiuto urgente e che possono essere saltati.

Saranno quindi intraprese misure efficaci per ridurre i rischi per i medici e il personale sanitario.

Quindi, vengono fatti i passi giusti per gli individui preselezionati, risparmiando energia e forza lavoro preziose e mitigando i rischi di trasmissione delle malattie.

Dr. Jason Hallock, chief medical officer presso SOC Telemed, un fornitore di tecnologia e servizi di telemedicina:

L’assistenza sanitaria sta assistendo a un picco nel numero di servizi di telemedicina che operano su scala globale e promettono di fornire cure ai clienti che potrebbero chiedersi se hanno bisogno di cure dopo aver sperimentato possibili sintomi correlati al coronavirus.

Purtroppo, le organizzazioni coinvolte stanno attualmente sperimentando solo innovazioni di telemedicina e stanno appena iniziando a capire che sono strumenti importanti per tenere le persone potenzialmente infettive fuori dagli ospedali e dagli studi medici.

Sicurezza dei pazienti cronici

La seconda funzione della telemedicina durante questa pandemia può essere sottovalutata: aiutare a fornire un trattamento quotidiano ai pazienti con malattie croniche a rischio significativo.

Il virus è molto pericoloso e perfino letale per le persone con scarsa immunità, ei medici possono proteggere questi pazienti prevenendo l’esposizione al coronavirus usando la telemedicina per le consultazioni a distanza.

Un sistema di gestione dei contatti, supportato da software di telemedicina, dovrebbe facilitare la comunicazione migliore tra pazienti cronici e i loro medici ed evitare rischi inutili.

Inoltre, una collaborazione tempestiva tra pazienti cronici e medici dovrebbe ridurre il rischio di ulteriore sviluppo di malattie croniche .

Mantieni i sistemi sanitari in esecuzione

La terza importante funzione è spesso meno chiara ma ancora abbastanza cruciale: i medici e gli esperti medici non sono resistenti ai virus e hanno un rischio maggiore di acquisire COVID-19 a causa del loro costante accesso alle persone ospedalizzate.

Ciò porta ai medici di essere portati in una clinica con sintomi della malattia.

Tali medici saranno messi in quarantena fino a quando non saranno controllati e confermati e diventeranno inaccessibili al settore sanitario anche quando li richiede disperatamente.

Limitazioni alla telemedicina

La telemedicina può essere uno strumento utilizzato per gestire COVID19. Tuttavia, c’è un evidente divario che deve essere risolto.

I pazienti hanno spesso un problema più grave di quanto originariamente scoperto, che porta al rapido progresso della malattia e richiede un trattamento ospedaliero.

La verità potrebbe essere che la telemedicina, come esiste al momento, deve essere rivista per COVID19 per gestire meglio il monitoraggio, la valutazione e il monitoraggio precoci per chiunque abbia bisogno di cure extraospedaliere.

Il futuro della telemedicina

Per ora, la telemedicina aiuta a raddrizzare la curva e a rallentare la trasmissione del virus . Offrendo questa alternativa rapida e conveniente, i professionisti medici stanno cercando di ridurre la circolazione di COVID-19, oltre a proteggere i pazienti che rientrano in gruppi ad alto rischio.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno sostenuto l’uso di trattamenti alternativi quando è iniziata questa storia di COVID-19.

La telemedicina è uno strumento fondamentale in caso di pandemia ed è un punto di svolta quando si tratta della domanda su come vengono erogate le cure sanitarie.

Ma non è un evento temporaneo. La maggior parte degli esperti sanitari concorda sul fatto che la telemedicina è il futuro della medicina. E mentre non può sostituire il modo originale in cui viene erogata l’assistenza sanitaria, è qui per rimanere, sostenere e migliorare la medicina tradizionale!

Salute IT