Vantaggi dello scambio di informazioni sanitarie

Vantaggi dello scambio di informazioni sanitarie

Il sistema di scambio di informazioni sanitarie (HIE) aiuta a migliorare la qualità, la sicurezza, la velocità e il costo dell’assistenza sanitaria del paziente consentendo a medici, infermieri o qualsiasi altra persona di assistenza medica di accedere in modo appropriato e condividere in modo sicuro le informazioni mediche di un paziente elettronicamente.

Lo scambio di informazioni sanitarie elettroniche migliora la capacità di conservazione dei dati del paziente, il che a sua volta ha un grande impatto sul trattamento medico del paziente. A causa della storia passata dello scambio di informazioni sanitarie, l’attuale dosaggio dei farmaci e tutte le altre informazioni mediche possono essere visualizzate immediatamente dal medico o da qualsiasi altro rappresentante dell’assistenza medica.

La condivisione di volta in volta delle informazioni sui pazienti aiuta il paziente a prendere una determinata decisione e consente inoltre ai fornitori di semplificare il trattamento:

  • Evitare le riammissioni dei pazienti
  • Evitare errori nei farmaci
  • Migliorare il livello di diagnosi
  • Evitare test duplicati

Vantaggi dello scambio di informazioni sulla salute nel dipartimento medico

Lo scambio di informazioni sulla salute gioca un ruolo importante nel dipartimento medico in quanto è molto importante tenere traccia della storia medica completa del paziente. HIR aiuta a fornire una buona traccia del trattamento al paziente tenendo traccia delle condizioni mediche attuali e passate del paziente. Aiuta anche a ridurre il costo del trattamento evitando la duplicazione del trattamento e altri errori medici.

Altri vantaggi di HIE

  1. Efficienza in termini di tempo: poiché il sistema Scambio di informazioni sanitarie consente all’utente di scambiare informazioni mediche su Internet, il che è solo una questione di minuti, è possibile risparmiare il tempo prezioso impiegato per inviare i documenti o inviarli via fax.
  2. Rispettoso dell’ambiente: la registrazione delle informazioni su carta richiede generalmente molte pagine, soprattutto quando inseriamo i cardiogrammi nell’immagine. Se un paziente richiede diciamo 100 pagine per la sua cartella clinica, immagina l’enorme quantità di documenti richiesti per l’intero ospedale. La conversione dei dati in forma digitalizzata consente di risparmiare tonnellate di documenti, rendendo così l’ambiente più felice.
  3. Manutenzione ridotta: prendersi cura di file, rapporti e altri documenti può essere un compito molto faticoso e in caso di smarrimento, le conseguenze catastrofiche sono inevitabili. Pertanto, la digitalizzazione dei record riduce il rischio di perdita di dati a un livello elevato. Se il trasferimento dei dati è protetto mediante crittografia e altre tecniche, il rischio può essere mitigato.
  4. Database privo di errori: ci sono possibilità che sorga ambiguità a causa della cattiva calligrafia dell’autorità medica e porti a uno stato di confusione. Per evitare ciò, Scambio di informazioni sanitarie elimina la necessità di scrivere i dati e quindi lo sostituisce con la digitazione dei dati. Inoltre, collegare i sistemi HIE con i vari strumenti utilizzati nella diagnosi può rivelarsi un vantaggio in quanto le analisi e le cifre vengono memorizzate direttamente nel sistema rendendo superfluo il compito di inserire manualmente i dati.
  5. Improvvisazione nei risultati clinici: con l’eliminazione dei registratori manuali di dati e la riduzione del tempo, è possibile prendere decisioni rapide ed efficaci per lo scambio di informazioni e garantire un rapido recupero del paziente.

 


 

Salute IT